Partners



Ente

Referente

Ruolo

Acronimo

Associazione Ingegneri per l’Ambiente e il Territorio

Adriano Murachelli

Capofila progetto

AIAT

Università di Napoli “Federico II” – Facoltà di Ingegneria - D.I.G.A.

Claudio Mancuso

Partner

UNINA

Dusty s.r.l.

Maria Rosa

Pezzino Geronimo

Partner

DUSTY

Federazione European Network of Environmental Professionals

Jan Karel Mak

Collaborazione

ENEP

Azienda Pubblica per il Diritto Universitario

Ugo Marani

Collaborazione

ADISU

Università di Catania – Facoltà di ingegneria

Luigi Fortuna

Collaborazione

UNICT

Associazione Ingegneri Senza Frontiere - Napoli

Alessio Palma

Collaborazione

ISF

Consiglio Studentesco dell’Università di Napoli “Federico II”

Antonio Angelino 

Collaborazione

CS

Politecnico di Milano – Facoltà di Ingegneria - DIIAR

Enrico Larcan

Collaborazione

POLIMI



Figure Specifiche

 
Coordinatore

Il coordinatore svolge un ruolo di supporto da un punto di vista operativo, potendo fornire anche materiale utile (informative varie, ad esempio, per l’uso della bacheca) e indicazioni per l’organizzazione delle attività. In tal senso egli svolge un ruolo di coordinatore scientifico del progetto. Predispone documenti da far eventualmente compilare durante le fasi di attuazione del progetto dai vari soggetti coinvolti al fine di monitorare il corretto svolgimento delle attività. Riceve i documenti compilati (es. questionario) e partecipa alla loro elaborazione per la stesura degli output di progetto. Redige la relazione sullo stato di avanzamento lavori inviandola al legale rappresentante del soggetto beneficiario per la validazione e il successivo inoltro della documentazione al MATTM. Comunica al legale rappresentante di cui sopra eventuali anomalie e criticità rilevate durante l’attuazione del progetto. Invia alla sede legale del soggetto beneficiario tutta l’ulteriore documentazione in suo possesso assoggettabile ad attività di monitoraggio da parte del MATTM.


Segretario

Il segretario è un soggetto con un titolo di studio non inferiore al Diploma di Laurea. Preferibilmente ha esperienza di attività di rendicontazione. Fornisce supporto a tutti gli altri soggetti coinvolti nel processo, soprattutto per gli aspetti di tipo amministrativo/finanziario.  Predispone la documentazione per la stipula dei contratti e si occupa dei rapporti con i fornitori del materiale del progetto. Prepara la documentazione di carattere finanziario da allegare alla relazione dello stato di avanzamento dei lavori del progetto (SAL) da inviare periodicamente al MATTM e collabora alla compilazione della relazione tecnico-finanziaria finale. Gestisce gli aggiornamenti della pagina internet dedicata al progetto basandosi sulle informazioni fornite dai supervisori e dal coordinatore. Cura la redazione dei numeri speciali della newsletter sulla base dei contenuti stilati dai partners e dai collaboratori di progetto.


Supervisori
Il supervisore è un soggetto con un titolo di studio non inferiore al Diploma di Laurea. Il suo compito è sia di tipo operativo che amministrativo. Nel dettaglio dovrà infatti controllare che tutte le attività presenti nel progetto siano state svolte in maniera corretta, “certificando” dunque la conformità di quanto riscontrato con quanto previsto e controllando la presenza e la corretta compilazione dei documenti previsti nelle varie fasi del progetto. Nel caso riscontri “anomalie”, il supervisore dovrà darne immediata comunicazione al coordinatore.  Il supervisore si interfaccia inoltre fortemente con il ricercatore, potendo con esso condividere il carico di lavoro per alcune attività, come ad esempio quella della redazione delle Linee guida destinate alle amministrazioni contenenti principi e indicazioni per la riduzione dei consumi all'interno delle Università basate sulle risultanze delle osservazioni e delle proposte dei gruppi di lavoro. Il supervisore in tal senso fornirà la sua esperienza come consulente affiancando il ricercatore che avrà seguito le indagini sui consumi all’interno dell’Università e svolgendo insieme attività di monitoraggio consistenti nel confronto tra le condizioni ex ante ed ex post all’attuazione del progetto.


Formatori
Il formatore è un soggetto con un titolo di studio non inferiore al Diploma di Laurea. La sua attività si concentra soprattutto nei primi mesi, nella fase dedicata appunto alla “formazione e all’informazione”. Il suo compito è quello di costituire i gruppi di lavoro e fornire agli studenti partecipanti un quadro generale sulla normativa e, in particolare, sulla Direttiva Europea 98/2008/CE e sui decreti di recepimento, costituenti correttivi del Testo Unico Ambientale (D.Lgs. 152/2006). Le  indicazioni fornite dal formatore dovranno consentire agli studenti di poter effettuare un’analisi della applicazione e del rispetto dei principi sanciti dalla normativa all’interno del contesto territoriale in cui vivono (Milano, Napoli e Catania). Le lezioni sono dunque concepite in forma di “tavola rotonda” in modo da favorire l’interazione e la partecipazione attiva degli studenti. I formatori operanti a Milano e Catania dovranno inoltre coordinare i gruppi di lavoro per la stesura del Glossario sulla Raccolta Differenziata. Il formatore potrà inoltre essere relatore e/o correlatore delle tesi sviluppate nel periodo di attuazione del progetto GRU sul tema dei rifiuti.


Ricercatori
Il ricercatore è un soggetto con un titolo di studio non inferiore al Diploma di Laurea. Il suo ruolo sarà quello di coordinarsi con gli altri ricercatori e sviluppare una metodologia comune per l’analisi dei consumi (e degli sprechi) che avvengono, a grandi linee, all’interno dell’università  e, nel dettaglio, all’interno di un singolo dipartimento scelto a titolo dimostrativo (il DIGA per Napoli, il DICA o il DIM o il DIIM PER Catania e il DIAR per Milano) e all’interno della residenza Paolella di Napoli. Le indagini riguarderanno in particolare i seguenti aspetti: consumo di carta, scelta di prodotti IT (es. caratteristiche stampanti presenti nel dipartimento), raccolta differenziata, adozione dei criteri adottati dal MATTM sul tema del Green Public Procurement (GPP). Il ricercatore dovrà coadiuvare i gruppo di lavoro nella individuazione di soluzioni da proporre per la riduzione e il riutilizzo del rifiuto. Parte di tali risultati saranno raccolti in report redatti dai gruppi di lavoro operanti nelle singole strutture e consegnati ai ricercatori che, supportati dai supervisori, elaboreranno le Linee guida destinate alle amministrazioni contenenti principi e indicazioni per la riduzione dei consumi all'interno delle Università destinate alle amministrazioni universitarie. Il ricercatore dedicato per la residenza Paolella si farà inoltre carico di raccogliere gli spunti dei gruppi di lavoro in merito alla redazione del Decalogo  dei principi per la riduzione dei rifiuti nelle residenze universitarie.


Operatori

L’operatore è un soggetto con un titolo di studio non inferiore al Diploma. Preferibilmente è uno studente, coinvolto fin dalla fase di start-up del progetto, al quale sarà affidato il compito di presiedere al punto informativo allestito all’interno delle Università e all’allestimento del minishop con dispenser presso la residenza Paolella di Napoli. Potrà raccogliere le generalità delle persone richiedenti informazioni, in modo da poter avere un potenziale bacino di riferimento per l’ampliamento della partecipazione attiva al progetto, e soprattutto i dati relativi alle abitudini e stili di “consumo” degli studenti prima e durante la realizzazione del progetto, a seguito cioè della campagna informativa attuata. Fornirà spiegazioni sul funzionamento della bacheca “UsatTO” dedicata agli annunci del baratto e dell’usato inseriti dagli studenti.